Logo Metal D.R
cerca nel sito

Abitare nello stile e nel comfort

Design raffinato per la Vostra casa

Risparmio con l'isolamento termico

La casa diventa più accogliente

Molteplici forme come l'architettura

Colori: dal sobrio all'insolito

Protezione contro i tentativi di scasso

Isolamento acustico per ogni esigenza

Durata e valore nel tempo

L'esperienza come garanzia di qualità




FotogalleryI nostri infissi → I controtelai per serramenti

Caricamento in corso...

Loading
  • Controtelaio per infisso in pvc
  • Controtelai per persiane
  • Controtelai per porte blindate
  • Controtelai sagomati
  • Controtelaio isolato
  • Controtelaio per cassonetto coprirullo
  • Controtelaio per porte scorrevoli
  • Fasi di montaggio dell'infisso
  • Telai e controtelai per tapparelle
  • Telaio e controtelaio per tapparelle
  • Controtelai in legno

I controtelai per i serramenti sono oggi normalmente presenti sul mercato in due materiali: legno oppure lamiera zincata.
Quelli in lamiera zincata sono adottati da molte aziende soprattutto per il vantaggio di poter essere forniti smontati e per la conseguente economia dei costi di trasporto. Rappresentano invece uno svantaggio per la committenza soprattutto per la notevole conducibilità termica del materiale.
Generalmente i controtelai hanno sempre un risvolto in luce che determina il piano d'intonaco della mazzetta; quando sono predisposti per avvolgibile il terminale del risvolto è costituito dalla guida per il telo avvolgibile. In tutti i casi, quindi, il terminale del risvolto è a contatto con la temperatura esterna e nel caso dell'avvolgibile anche con notevole superficie.


Controtelai per Serramenti e Infissi

controtelai per persiane

Controtelai per persiane

I controtelai per i serramenti sono oggi normalmente presenti sul mercato in due materiali: legno oppure lamiera zincata.
Quelli in lamiera zincata sono adottati da molte aziende soprattutto per il vantaggio di poter essere forniti smontati e per la conseguente economia dei costi di trasporto. Rappresentano invece uno svantaggio per la committenza soprattutto per la notevole conducibilità termica del materiale.
Generalmente i controtelai hanno sempre un risvolto in luce che determina il piano d'intonaco della mazzetta; quando sono predisposti per avvolgibile il terminale del risvolto è costituito dalla guida per il telo avvolgibile. In tutti i casi, quindi, il terminale del risvolto è a contatto con la temperatura esterna e nel caso dell'avvolgibile anche con notevole superficie.
Nei mesi invernali le temperature molto basse esterne si trasmettono attraverso la lamiera fino al limite interno del controtelaio che è quello a contatto dell'intonaco il quale, quindi, nelle immediate vicinanze, si raffredda. Nel caso di saturazione di umidità relativa nell'ambiente interno, frequente soprattutto nelle cucine e nei bagni, i punti freddi dell'intonaco possono causare deposito di condensa con successiva formazione di muffe.
Non è infrequente infatti notare nelle abitazioni linee di annerimento sul perimetro dei serramenti.
Con i controtelai in legno, data la bassissima conducibilità termica di questo materiale, il rischio muffe non sussiste.
Al fine di mantenere gli stessi vantaggi di rettilineità dei controtelai in lamiera, i nostri controtelai per finestre e portefinestre adottano un sistema misto con legno e risvolto in alluminio il quale, oltre ad assicurare iltaglio termico, consente di evitare la coprifilatura esterna (normalmente necessaria in presenza di risvolto in legno) che, per la sua ridotta sezione, presenta durata minore rispetto il serramento.
Unica eccezione è rappresentata dai controtelai per serramento monoblocco con avvolgibile che dovendo conglobare tutti gli accessori per l'azionamento dell'avvolgibile, non può che essere costruito interamente in lamiera.

Sito compatibile con: Internet Explorer 10, Google Chrome 25.0, Mozilla 19.0, Safari 5.1, Opera 12.14