Logo Metal D.R
cerca nel sito

Abitare nello stile e nel comfort

Design raffinato per la Vostra casa

Risparmio con l'isolamento termico

La casa diventa più accogliente

Molteplici forme come l'architettura

Colori: dal sobrio all'insolito

Protezione contro i tentativi di scasso

Isolamento acustico per ogni esigenza

Durata e valore nel tempo

L'esperienza come garanzia di qualità




FotogalleryMateriale utilizzato per gli infissi → Acciaio

Caricamento in corso...

Loading
  • Acciaio color argento
  • Acciaio color beige
  • Acciaio color bianco crema
  • Acciaio color bianco
  • Acciaio color blu scuro
  • Acciaio color ciliegio
  • Acciaio color grigio antracite
  • Acciaio color grigio cemento
  • Acciaio color legno chiaro
  • Acciaio color legno medio
  • Acciaio color nocciola
  • Acciaio color rosso mattone
  • Acciaio color testa di moro
  • Acciaio color verde muschio
  • Acciaio color verde oliva

Grazie alle nuove tecniche di profilatura a freddo e all'utilizzo di nastri in acciaio zincato sendzimir, presentano una resistenza alla corrosione nettamente superiore ai serramenti in "ferro" di precedente generazione. Risultano apprezzati nell'architettura contemporanea per gli ingombri ridotti e quindi per la maggiore luminosità rispetto agli infissi in legno e PVC. Il prezzo di mercato è più alto rispetto a questi ultimi. Analogamente agli infissi in alluminio, sono in produzione serramenti altamente performanti dotati di tecnologia a "taglio termico". Gli infissi in acciaio zincato verniciato vengono principalmente utilizzati nell'edilizia residenziale e commerciale dove sia richiesto un design minimalista ed un alto grado di sicurezza.


Materiale degli infissi

I materiali costruttivi utilizzati in prevalenza sono stati storicamente il legno ed il ferro, mentre a partire dal secolo scorso gli infissi sono stati fabbricati anche con altri materiali metallici (tra i quali l'acciaio al carbonio, l'acciaio aisi 304 o 316, il bronzo e l'alluminio) e plastici come il PVC. I materiali attualmente più usati sono i seguenti:

  • Legno - Tra i suoi vantaggi vi sono quelli legati all'ecologia, essendo il più naturale tra i materiali impiegati nella serramentistica. Offre un buon grado di isolamento termico ed una relativa facilità di riparazione. Gli svantaggi principali sono la facilità con cui si deforma e deperisce sotto l'azione degli agenti atmosferici, richiedendo maggiore manutenzione. Legni pregiati garantiscono una migliore resitenza ai danni provocati da agenti atmosferici ma hanno costi alti. Viene usato principalmente nell'edilizia abitativa
  • Ferro - Comunemente detto "Ferro Finestra" anche se non si tratta di ferro ma di acciaio al carbonio di qualità S 235 JR. Serramento che nasce nel mondo anglosassone ai tempi della rivoluzione industriale, ha costi minori e resiste alla deformazione ma offre prestazioni di isolamento termico minori rispetto ai serramenti in legno o PVC. Se non specificatamente trattato può essere soggetto a corrosione. Dal 2009 è stato modificato per accogliere i vetri isolè stato dotato di guarnizioni di battuta per migliorare le prestazioni di tenuta. Viene usato soprattutto nell'edilizia industriale e negli interventi di recupero e restauro.
  • Alluminio - Non si altera, ha bisogno di scarsa manutenzione, è di facile lavorazione, pesa poco ed ilè competitivo rispetto ai serramenti in legno pregiato. Non ha il fascino del legno per l'edilizia abitativa e, non offrendo un buon isolamento termico, presenta condensa in superficie. I telai vengono composti meccanicamente con squadrette. Dalla seconda metà del XX secolo sono in produzione serramenti in alluminio a "taglio termico", in cui la parte esterna del profilato è separata da quella interna da un profilo plastico che garantisce isolamento e diminuisce la condensa. I prezzi di tali serramenti variano di molto a seconda della qualità. In generale, gli infissi in alluminio vengono utilizzati soprattutto per gli uffici e le attività commerciali
  • Acciaio al carbonio - Grazie alle nuove tecniche di profilatura a freddo e all'utilizzo di nastri in acciaio zincato sendzimir, presentano una resistenza alla corrosione nettamente superiore ai serramenti in "ferro" di precedente generazione. Risultano apprezzati nell'architettura contemporanea per gli ingombri ridotti e quindi per la maggiore luminosità rispetto agli infissi in legno e PVC. Il prezzo di mercato è più alto rispetto a questi ultimi. Analogamente agli infissi in alluminio, sono in produzione serramenti altamente performanti dotati di tecnologia a "taglio termico". Gli infissi in acciaio zincato verniciato vengono principalmente utilizzati nell'edilizia residenziale e commerciale dove sia richiesto un design minimalista ed un alto grado di sicurezza.
  • PVC - Realizzati con profilati estrusi simili a quelli di alluminio, i serramenti in PVC offrono un buon isolamento termico, pesano poco ed hanno prezzi contenuti. è il meno naturale tra i materiali per infissi ed ha quindi un'attrattiva minore rispetto agli altri. Viene usato molto nel Nord Europa e si sta diffondendo anche in Italia.
  • Verso la fine del XX secolo si sono diffusi anche infissi realizzati con materiali compositi come il legno/alluminio, il legno/bronzo, il legno/PVC/alluminio, ecc., che combinano la resistenza della sezione in metallo, posta a contatto con l'esterno del locale, all'alto valore di trasmittanza termica del legno. I serramenti eseguiti con questi sistemi vengono usati per l'edilizia abitativa, hanno costi alti e una diffusione limitata. Tra queste tipologie, la più diffusa è quella in legno/alluminio, per la leggerezza e la facilità di lavorazione del metallo.

Ognuno dei materiali impiegati richiede l'utilizzo di accessori specifici come maniglie, cerniere, squadrette di giunzione ecc. che sono diversi da quelli impiegati per i serramenti realizzati con altri materiali.

Caratteristiche degli infissi

Indipendentemente dal materiale con il quale sono realizzati, gli infissi moderni sono tutti caratterizzati dalla presenza del doppio vetro o del cosiddetto sistema a vetro-camera, generalmente costituito da due vetri dello spessore di quattro millimetri e separati da una intercapedine d'aria di circa dodici millimetri.
In altri casi, in funzione delle caratteristiche climatiche della zona di riferimento, possono essere utilizzati anche infissi con tripli vetri e/o con la presenza di gas inerti nelle intercapedini, tra i quali quello più utilizzato è, generalmente, l'Argon.
In relazione alle caratteristiche dei vetri, come l'emissività, lo spessore, le capacità oscuranti etc. è facile trovare in commercio innumerevoli prodotti capaci di far fronte alle più disparate esigenze: in generale, comunque, la caratteristica fondamentale di un vetro o di un pacchetto multivetro resta la trasmittanza termica o, equivalentemente, la capacità di isolamento termico, alla quale è associato anche l'isolamento acustico, necessario ai fini del miglioramento del comfort degli ambienti.
La trasmittanza termica complessiva di un infisso è prodotta dalla media tra la trasmittanza della struttura dell'infisso (legno, PVC o alluminio) e la trasmittanza del vetro. Tali valori, acquistando dei nuovi infissi, devono essere dettagliatamente descritti, certificati ed allegati alle garanzie dei prodotti.
Un valore di riferimento standard per la trasmittanza di un infisso, tipicamente caratterizzato da un doppio vetro con 4/12/4, è compreso tra 2 e 3 W/mqK, avendo come riferimento geografico una zona climatica temperata, caratterizzata nè da temperature invernali particolarmente rigide nè da temperature estive particolarmente alte.
I valori della trasmittanza degli infissi per i quali è ancora possibile avvalersi delle famose agevolazioni fiscali del 55%, per tutti i lavori di sostituzione realizzati entro il 31 dicembre del 2012, sono tabellati e descritti nei vari allegati, aggiornati negli anni, del Decreto Edifici del 2007.

Confronto Costi Infissi a seconda dei materiali

Dal punto di vista dei costi, il legno risulta attualmente la soluzione più economica per gli infissi: generalmente con soluzioni di pacchetti-vetri con stratificazione 4/12/4 si riescono ad ottenere prezzi dell'ordine di circa 200 euro al metro quadro. Per gli stessi infissi realizzati in PVC, il prezzo medio di riferimento è dell'ordine di circa 300 euro al metro quadro.
Nettamente superiori sono i prezzi a metro quadro per le soluzioni in alluminio o quelle miste, realizzate, ad esempio, con alluminio esterno e legno interno. I vantaggi del legno, in termini di trasmittanza termica, sono notevoli rispetto all'alluminio ed al PVC e a tali vantaggi si aggiungono le qualità tattili e visive di un prodotto naturale, che solo il legno può suscitare rispetto agli altri tipi di prodotti.
Tuttavia è noto che il legno è un materiale particolarmente sensibile alle variazioni di temperatura e che, come tale, può subire i tipici problemi causati dalle variazioni di volume legate alla temperatura, senza dimenticare che, rispetto al PVC ed all'alluminio, è più sensibile agli attacchi degli agenti atmosferici. Quest'ultimo fatto comporta, per gli infissi in legno, la necessità di una manutenzione pressoché annuale.
I problemi di manutenzione degli infissi in legno possono essere in parte compensati utilizzando infissi in legno laccati o comunque trattatti con pitture particolari che, per contro, snaturalizzano l'aspetto estetico del prodotto.
La laccatura stessa, infine, è una tipica lavorazione spesso richiesta il cui costo medio, al pari in genere della pitturazione deglii infissi in legno, può oscillare intorno ai 100 euro a metro quadro.

Sito compatibile con: Internet Explorer 10, Google Chrome 25.0, Mozilla 19.0, Safari 5.1, Opera 12.14